Mercati galleggianti, i 5 migliori a Bangkok Thailandia

Mercati galleggianti 5 migliori in Bangkok Thailandia

 

Mercati Galleggianti 

1 – Mercato Galleggiante di Damnoen Saduak

Fai un giro in questo famoso mercato vicino a Bangkok Damnoen Saduak è il mercato galleggiante più popolare in Thailandia, ideale per opportunità fotografiche, cibo e per darvi un’idea di uno stile di vita superato. Un inizio mattutino ne vale la pena per evitare il caldo e catturare Damnoen Saduak più vivace. La maggior parte dei visitatori che vengono in Thailandia vogliono visitare un mercato galleggiante e molti di loro finiranno qui. Non lasciatevi scoraggiare, è una piacevole mattinata fuori città e se evitate i negozi turistici potete avere un senso reale del posto. Il mercato è a più di un’ora da Bangkok, e il modo più semplice per arrivarci è partecipare a un tour:

Il Mini-Van parte da Bangkok appena dopo le 7 di mattina. La nostra allegra guida ci indica i siti interessanti mentre ci dirigiamo verso la provincia. Gli alti palazzi di Bangkok vengono rapidamente sostituiti dalle saline e dalla campagna lussureggiante. La prima tappa è una fattoria delle orchidee e un produttore di cocco. È impressionante quanti usi ci siano per le noci di cocco e il piccolo laboratorio è riuscito a trasformare l’intero albero in un business, giovani germogli bolliti per lo zucchero di palma, spremuti per l’olio, paralumi, scale e persino per alimentare i loro fuochi con le bucce. Accanto a questo alveare di attività, attenzione alle api affamate di zucchero, è bello vedere le orchidee nel loro habitat naturale, soprattutto se si è abituati a vederle sui davanzali delle finestre in vaschette di plastica dal fioraio.

Dopo questa breve sosta, è solo a dieci minuti di auto dal molo per salire su barche decorate a coda lunga Long Tail Boat che aspettano di portarti al mercato galleggiante. Il rombo del motore disturba la quiete mentre la barca scivola giù per i canali stretti, piccole case di legno su palafitte si scagliano sulle rive, alcune con stagni più grandi dei prati. L’autista della barca rallenta per farti apprezzare i corsi d’acqua sinuosi e dare una breve occhiata a chi vive sul fiume.

 

Il viaggio dura circa 20 minuti ed è bello godersi la pace prima del ritmo frenetico del mercato. Può sembrare sovraffollato a prima vista, ma visitatori e venditori portano rumore e colore alla zona.

Scendendo dalla barca, ti ritrovi tra le bancarelle affollate che vendono prodotti simili a quelli che puoi trovare al mercato del fine settimana di Chatuchak, piccoli elefanti giocattolo, balsamo di tigre e le magliette obbligatorie “Sono stato qui”. Non è sorprendente trovarlo nel più famoso mercato galleggiante della Thailandia e può sembrare un pò commercializzato, ma se cammini ulteriormente, troverai i venditori di cibo, che non solo hanno un aspetto più fotogenico, ma hanno anche alcuni beni molto più gustosi.

A differenza della maggior parte degli altri mercati galleggianti, la popolarità di Damnoen Saduak attrae molti venditori di frutta che remano con le loro barche lungo i canali stretti, il che significa che le foto sono garantite. C’è abbondanza di cibo gustoso da provare lungo le banchine, dai mini pancake al cocco appena fatti alle tagliatelle delle barche nel loro ricco brodo di carne. Ci è stato dato un sacco di tempo per girovagare, assaggiare alcuni prodotti locali e fare un sacco di foto. Damnoen Saduak è il mercato più popolare per una buona ragione; garantisce l’esperienza del mercato fluttuante, anche se non sempre si sembra autentico.

2 – Amphawa Floating Market Bangkok.                                           Il secondo mercato galleggiante più popolare

Amphawa è il secondo mercato galleggiante più popolare vicino a Bangkok, non grande come Damnoen Saduak ma più autentico, con visitatori quasi esclusivamente Thailandesi. Situato a 50 km da Bangkok, questo piccolo villaggio era apparentemente già presente nella metà del XVII secolo. È diventato un tale magnete per i fine settimana thailandesi che le bancarelle di cibo sono cresciute dalle sponde del fiume e si sono estese fino alle strade circostanti. L’attrazione principale è ovviamente quella di mangiare pesce alla griglia in modo approssimativo su barche di legno ormeggiate intorno al famoso ponte centrale, che serve una gamma appetitosa di enormi gamberi, molluschi e calamari. Da mezzogiorno fino a tarda sera, l’odore è semplicemente irresistibile e i clienti affollano ogni lato del fiume tutto il giorno.

I prezzi di pesce e dei frutti di mare sono quelli che ti aspetteresti nei mercati galleggianti: in base al peso, ma per darti un’idea, cinque gamberoni di solito costano 300 baht. I clienti si appollaiano su file di gradini che conducono giù all’acqua e il cibo viene portato direttamente dalle barche su tavoli davvero piccoli. Se non ti senti seduto su una sporgenza di cemento molto vicino alle acque brunastre, cammina un pò più lontano dal ponte per trovare ristoranti con tavoli e sedie veri. Ancora meglio, cerca di sederti sul balcone del ristorante vicino al ponte, è l’unico in circolazione ma potresti dover aspettare un pò a venire presto. Il ristorante più bello e tranquillo si trova proprio alla fine della Broadway, dove il canale incontra il fiume Mae Khlong.

Lungo ogni lato del canale, vecchi affascinanti negozi di legno vendono souvenir di Amphawa, dall’evidente T-shirt ad alcune creazioni più interessanti, e naturalmente molti dolci, snack e gelati

 

I thailandesi hanno un dente molto dolce e una passione per rosicchiare tutto il giorno. In tutte le strade che si irradiano dal mercato è possibile trovare un’incredibile varietà di cibo locale venduto da piccoli carrelli solo durante il fine settimana. La maggior parte del cibo sembra familiare, ma alcuni sembrano davvero insoliti o addirittura divertenti, dai panini al gelato a un’insalata di uova di granchio dall’aspetto alieno (Yum Magda Talay).

Una volta che avete camminato abbastanza per Amphawa, è tempo di prendere una delle tante barche longtail ed esplorare i canali e i fiumi circostanti. Non è impressionante come i Khlong di Bangkok, ma è sempre molto divertente, e dopo il caldo del mercato la brezza del fiume è un gradito sollievo. Sono disponibili due tour dai numerosi sportelli trovati intorno al ponte: il tour del tempio e il tour dell’isola. Entrambi di solito costa 50 baht a persona per tour uniti e 500 baht per una barca privata. 50 baht sembra a buon mercato, ma il tour dura molto più a lungo perché la barca deve aspettare di essere piena per poi aspettare tutti i passeggeri ad ogni fermata.

Un giro diurno sul fiume dall’altra parte del fiume Mae Khlong, Amphawa nasconde un tempio molto sorprendente chiamato Wat Bang Koong, che non dovreste assolutamente perdere se arrivate da Bangkok. La barca ti porta prima ad un paio di templi, che sono piuttosto piccoli, ma ognuno ha la sua personalità, come ad esempio buddha sorprendentemente grandi e dorati, alti chedis o stupa e persino piccole case museo. Non è poi così impressionante, ma è un bel cambiamento rispetto alla folla di Amphawa. Il vero punto forte della crociera è Wat Bang Koong … costruito nel mezzo del nulla, questo tempio da solo vale il viaggio per Amphawa. Naturalmente i bambini e gli adolescenti adorano lo stravagante mini zoo situato sul terreno del tempio – un cammello, uno struzzo, una dozzina di cervi e un gruppo di cinghiali, un paio di capre cattive e due bellissimi pavoni che fanno felicemente ciò che sanno fare meglio: passeggiare e mostrando le loro piume colorate ai fotografi estatici.

È difficile da credere, ma alcune persone arrivano fin qui e perdono del tutto il magnifico tempio situato a cento metri dal fiume … Proprio come una scena presa direttamente da un film di Indiana Jones, un intero tempio impigliato nelle radici di un albero immenso, simile a quello che vedi intorno ad Angkor Wat, ma non solo parzialmente coperto ma inghiottito letteralmente. Solo la porta e le sei finestre sono prive di radici. Il tempio non è abbandonato né trascurato, lontano da quello … una fila di devoti sta camminando permanentemente dentro e fuori per rendere omaggio al Buddha dorato seduto all’interno del tempio.

Amphawa è sicuramente il più attraente di tutti i mercati galleggianti, avendo conservato la sua autenticità e non ancora su tutte le mappe turistiche. Ma i bangkokiani come me amano così tanto questo posto, che dopo mezzogiorno diventa impossibile camminare. Il modo migliore per godersi Amphawa è venire prima delle 10:00 e partire subito dopo pranzo o pernottare sul fiume nelle belle guesthouse e resort sul fiume assaporando il risveglio in  paradiso.

3 – Mercato galleggiante di Taling Chan                                Mercato galleggiante vicino a Bangkok

A pochi chilometri da Bangkok, ma ancora abbastanza lontano da non essere stato ancora convertito in un’attrazione turistica su vasta scala, è l’affascinante Taling Chan Floating Market. Ha tutto il necessario per trascorrere una buona mezza giornata senza dover prenotare un tour ed è molto più genuino dei grandi mercati famosi. Qui si può gustare un ottimo pranzo a base di pesce seduti sul pavimento con la gente del posto, fare un giro in barca lungo i vicini klongs- canali per un baht di 100, fare un po ‘di shopping sciocco e un sacco di degustazione di cibo. Puoi anche fare un massaggio ai piedi sotto gli alberi per soli 200 baht! Godetevelo mentre sembra ancora “locale” perche’ ha già iniziato a cambiare.

I mercati galleggianti sono irresistibili sia per i turisti che per i Thailandesi. Ovunque ci sia un mercato galleggiante nel fine settimana c’è del cibo, e dove c’è del cibo c’è una folla. Ma alcuni mercati sono così popolari che non si sentono più reali … sono semplicemente diventati un’opportunità fotografica, come il famoso vecchio Damoen Saduak. Alcuni altri come Amphawa sono ancora reali ma affollati a tal punto che non è più divertente. Anche camminare sulle rive del fiume sembra di essere catturato nella metropolitana nelle ore di punta … D’altra parte, puoi trovare mercati galleggianti meno affollati, ma definirli è un’esagerazione per essere onesti, visto che sei barche hanno parcheggiato accanto ad un molo è più un mercato lungo il fiume, ma tutti sanno che non attirerebbe più visitatori.

Poi c’è il mercato galleggiante di Taling Chan, con un numero sufficiente di barche per essere definito un mercato galleggiante e la giusta quantità di persone per essere ancora godibile. Situato a 12 km da Bangkok, è ancora facilmente accessibile senza dover fare un tour o anche dover svegliarsi alle 6 del mattino! Se non si dispone del proprio mezzo di trasporto, è possibile utilizzare il BTS fino all’ultima stazione “Wongwian Yai”, quindi prendere un taxi per circa 150 baht. L’entrata del mercato non è poi così impressionante con quel tetto di plastica verde che protegge principalmente piante e oggetti per il giardinaggio, ma oltre c’è il vero mercato con tutti i tipi o dolci, frutta e spuntini divertenti che dovresti davvero provare. Viaggiare senza mangiare manca metà del piacere.

Passato un piccolo ponte, non puoi perderti tutte le barche di legno ormeggiate lungo la riva del fiume, la maggior parte di loro cucinano enormi gamberi su piccoli barbecue, granchi blu, grossi pesci, altri preparando il famoso Som Tum per le numerose cene sedute al solito piattaforme di legno e tavoli bassi. Mangiare pesce al mercato galleggiante è una grande attrazione per il weekend per i tailandesi e se arrivi alle undici del mattino, i ristoranti stanno già funzionando a pieno regime e la maggior parte dei tavoli nella zona centrale sono occupati. Continua oltre il primo gruppo di ristoranti e la folla inizia a diradarsi.

Se non vuoi mangiare sul pavimento, troverai alcuni ristoranti con tavoli e sedie di plastica vicino al ponte della ferrovia. I ristoranti di solito hanno un piccolo menu illustrato quindi l’ordinazione non è troppo impegnativa. Lo scenario peggiore indica solo ciò che vorresti sul tavolo del tuo vicino. Quattro di cinque di questi gamberetti giganti costano circa 200 baht e hanno un ottimo sapore! Mangiare al fiume è un’esperienza così divertente, dovresti provarlo davvero. Sorprendentemente mentre il cuoco cuociono i pesci sulle loro numerose barchette, centinaia di enormi pesci gatto sciamano permanentemente nelle acque intorno al canale. Ovviamente quei pesci enormi sono ben consapevoli del loro cattivo gusto e della loro popolarità con i turisti che amano semplicemente dar loro da mangiare pallini colorati tutto il giorno. Per aggiungere all’atmosfera esotica, un gruppo di musicisti tradizionali tailandesi gioca per poche ore aggiungendo un tocco davvero piacevole all’intera esperienza.

Proprio accanto alla zona da pranzo un flusso incessante di barche longtail aggiunge un tocco locale a tutta l’esperienza. Si può effettivamente cavalcare su queste barche per un giro veloce attorno ai canali vicini, o “klongs” come vengono chiamati qui. Non è molto impressionante ma è un’aggiunta divertente alla tua gita di un giorno, passerai per templi, sarai testimone della vita delle persone che vivono vicino all’acqua, e sicuramente  lo troverai affascinante

Sulla via d’uscita, termina la tua piccola gita con un massaggio a cielo aperto sotto gli alberi, è economico 200 baht per un’ora e perfetto per un pò di sonnellino se non ti dispiace la chiacchierata permanente delle massaggiatrici che sembra che stiano recuperando il gossip di questa settimana! Andare verso le 10:00 del mattino significa evitare il caldo e la folla. Assicurati di portare contanti in quanto nessuno accetta carte di credito.

4 – Mercato galleggiante di Khlong Lat Mayom                           Un mercato galleggiante molto vicino a Bangkok  il mio preferito in Bangkok

Khlong Lat Mayom è uno dei tre mercati galleggianti situati vicino a Bangkok, a non più di venti chilometri dalla città e raggiungibile in taxi da Wongwian Yai (l’ultima stazione BTS sulla Silom Line). Khlong Lat Mayom non assomiglia all’enorme turista Damnoen Saduak o all’affollata Amphawa ma ha davvero il fascino e l’autenticità di un mercato locale e potresti essere uno dei pochi stranieri in circolazione. Puoi passare un paio d’ore qui e poi passare al più grande mercato galleggiante Taling Chan, a solo un paio di chilometri di distanza. Tutti amano i mercati galleggianti – Thailandesi e turisti allo stesso modo – devi solo vedere come gli abitanti locali affollano il posto nei fine settimana! La cultura del mercato locale ha radici profonde nella vita quotidiana Thailandese e mangiare fuori non è un evento speciale come nella cultura occidentale: è divertente, economico e casual, e il cibo Thailandese ha così tante varianti che può essere un tema itinerante per conto proprio.

Proprio come gli altri due mercati intorno a Bangkok, la definizione di “mercato galleggiante” è un po ‘allungata, essendo il luogo in realtà più un mercato lungo il fiume. Il canale qui è molto stretto e solo poche barche sono parcheggiate lungo la sponda del fiume e sotto un ponte basso, cucina per i clienti che siedono ai tavoli bassi lungo l’acqua. Mangiare è sempre il momento clou di una visita al mercato galleggiante, seduto su un piccolo sgabello di legno non più alto di 10 cm e ordinare un piatto cucinato su una piccola barca di legno ancorata proprio accanto al tuo tavolo è un’esperienza così divertente ed esotica! Non essere timido e prova alcuni dei piatti che non ti sono familiari … se non sai cosa sia, basta indicare il piatto del tuo vicino: zuppe di noodle, Pad Thai, Kanom Jeen (vermicellis di riso freddo) o Hoi Tod (omelette di ostriche) da 20 a 30 baht per piatto. Le bevande sono solitamente vendute da un’altra persona che cammina in giro.

La maggior parte del mercato è costruita su un terreno solido ed è sorprendentemente grande e divertente. Un lato è dedicato al mercato fresco, verdure e frutta per lo più belle, mentre l’altro lato vende tutti i tipi di snack colorati, dolci e cibi cotti. Puoi trovare frutti tropicali familiari o sorprendenti: enormi papaia, grandi mango verdi o maturi, chompoo e sapotillas, pomeli enormi come pompelmi troppo cresciuti. Se pensi di conoscere l’ananas e le banane, prova di nuovo! Se è la tua prima volta nella contea tropicale, sarai sorpreso, non è niente di simile a quello che hai provato in Italia

Più in disparte nel mercato  è possibile acquistare vestiti economici, decorazioni per la casa, accessori, giocattoli e gli inevitabili fiori e piante, due articoli sempre popolari nei mercati fluviali. Se hai bambini, portali a fare un giro in pony al ranch in fondo alla strada; cavalcheranno la loro simpatica piccola amica dal ranch al mercato e torneranno, sicuramente un bel ricordo per loro e un’ottima foto per te.

Per sfruttare al meglio la mattinata, potrebbe essere una buona idea combinare sia Taling Chan che Khlong Lat Mayom in quanto distano solo un paio di chilometri l’uno dall’altro. Inizia con Khlong Lat Mayom perché è il più piccolo di entrambi, quindi passa a Taling Chan dove puoi salire a bordo di una longtail boat pagando una piccola tassa e andare in giro con i khlong vicini. Entrambe dovrebbero darti una visione privilegiata della vita quotidiana della gente del fiume e un grande mattino lontano dalla città – e non dovrai svegliarti prima dell’alba per godertela.

5- Mercato galleggiante di Bang Nam Pheung                                 Il piccolo mercato galleggiante a Bangkok

Il mercato galleggiante di Bang Nam Pheung dovrebbe probabilmente essere definito un “mercato fluviale”, come molti altri ha solo poche barche parcheggiate lungo le rive, con la maggior parte delle bancarelle su un terreno solido. Ma con il successo del famoso Damnoen Saduak o, più recentemente, di Amphawa, questo tipo di mercato popolare sta prosperando in tutta la Thailandia e ogni villaggio vicino a un fiume ha una sua versione. Bang Nam Pheung è a pochi chilometri a est di Bangkok, ma non è facile da trovare o da raggiungere senza il proprio trasporto. Per questo motivo è rimasto relativamente discreto e la vicinanza a Bangkok lo rende un ottimo modo per allontanarsi dalla città frenetica e fare un passo verso la vita del villaggio.

Bang Nam Pheung si trova in un insolito anello del fiume Chao Phraya soprannominato “il polmone verde di Bangkok”, una zona sorprendentemente incontaminata, chiaramente visibile dal cielo e ancora coperta di vegetazione nonostante sia così vicina alla città. Se la tua visione di un mercato galleggiante è un canale affollato da una flotta di barche di legno, questo potrebbe non essere quello che hai in mente. Contrasto completo con la turistica Damnoen Saduak, Bang Nam Pheung è un vero mercato locale con un sacco di cibi e dolci interessanti da provare. Anche se non offre la solita opportunità fotografica, ha ancora un sacco di fascino.

Se venite da Bangkok e attraversate questa enclave verde, vedrete molti cartelli stradali che puntano verso la giusta direzione, conducendo ad un ampio parcheggio vicino al fiume.

Il fiume stesso è stretto e piuttosto insignificante con solo cinque o sei barche che cucinano per i clienti. Come sempre, file di tavoli bassi sono disposti lungo la riva del fiume sotto un lungo tetto di paglia e l’atmosfera è rilassata e piacevole. Aspettatevi la solita selezione di zuppe di pesce e noodle che sono in realtà abbastanza buone  è sicuramente molto più divertente da mangiare al fiume che su una strada trafficata a Bangkok.

Nonostante sia stato ben promosso dall’Autorità del Turismo della Thailandia, il mercato è sorprendentemente autentico con una grande maggioranza di visitatori tailandesi. Per tutti è un’occasione per scoprire e assaggiare un sacco di cibi locali, dolci e frutti insoliti tra cui l’enorme buono ma puzzolente Jackfruit o lo strano Fak Kao, un insolito spinoso frutto arancione che appartiene alla famiglia delle zucche tutti da testare.

Il mercato del flauto di Bang Nam Pheung non è vasto, ma comunque abbastanza grande da intrattenerti per una mattina e segni di ulteriore espansione mostrano chiaramente il successo del luogo.

Esplorare le stradine strette e serpeggiare sotto alberi molto grandi è molto piacevole rispetto alle costruzioni strette surriscaldate che si trovano in altri mercati.

Le persone sono molto amichevoli, soprattutto se sei abbastanza audace da assaggiare uno dei piatti dall’aspetto interessante in mostra. Per i viaggiatori, è sempre divertente provare a immaginare a cosa serva questo oggetto o quella lozione e il mercato di Bang Nam Pheung è sicuramente pieno di sorprese.alleggianti, ecco i 5 migliori in Bangkok Thailandia